Weekend 22 e 23 giugno: CAMARGUE, AVIGNONE, ARLES e LES BAUX DE PROVENCE

SABATO 22 e DOMENICA 23 GIUGNO: CAMARGUE, AVIGNONE, ARLES e LES BAUX DE PROVENCE

PROGRAMMA

SABATO 22: LA CAMARGUE Partenza in autopullman da Diano Marina e dai luoghi convenuti. Sosta di ristoro lungo l’autostrada. Arrivo in Camargue, parco naturale francese incorniciato dal fiume Rodano, famoso per i fenicotteri rosa e i Cavalli bianchi. Visita di Saintes Maries de la mer, capoluogo della zona. Tempo per pranzo libero, non incluso nella quota, e visita del paese.  Nel primo pomeriggio ci sposteremo ad Aigues Mortes per visitare una salina e la famosa cittadina medievale ancora interamente circondata da mura. Terminata la visita, trasferimento in Hotel per cena e pernottamento.

DOMENICA 23: ARLES, LES BAUX DE PROVENCE, AVIGNONE Prima colazione e check out dall’hotel. Visita del pittoresco paese medievale di Arles. Trasferimento a les Baux de Provence, visita del villaggio e pranzo libero. Nel primo pomeriggio ci sposteremo ad Avignone per visitare il centro storico. Terminata la visita partenza per il rientro, con arrivo previsto in tarda serata.

QUOTA € 239 a persona.   ISCRIZIONI ENTRO IL 30.03.18 con caparra di € 85.

Ridotto bimbi fino a 12 anni € 215.

La quota comprende: Viaggio in comodo autobus granturismo; nostro accompagnatore; sistemazione in hotel, in camere generalmente doppie, con trattamento di mezza pensione: 22/06 cena con bevande (1/4 di vino, ½ acqua) e pernottamento, 23/06 colazione; ingresso alla salina di Aigues Mortes.

La quota pagata non comprende: I pranzi liberi; le spese a  titolo personale e tutto quanto non espressamente indicato in “la quota comprende”; supplemento singola € 40.

SAINTES-MARIES-DE-LA-MER Situato nel cuore della Camargue, vicino alla città di Arles, questa piccola città di pescatori è un importante luogo di pellegrinaggio. Le “Marie” da cui il paese prende il nome sono Maria Salome e Maria Jacoba che secondo la leggenda, sarebbero arrivate in questi paesi, insieme alla serva Sara la Nera, navigando in mare su una barca priva di remi. La chiesa di Notre-Dame-de-la-Mer, costruita nel XII secolo e fortificata nel XV secolo, veniva utilizzata come torre di avvistamento e per proteggere la città dai pirati saraceni. Qui si trovano le statue delle tre donne: le due Marie sono raffigurate sulla barca, mentre la statua di Sara, diventata la patrona dei gitani, si trova nella cripta. Nel 1448, sul fondo della cripta vennero rinvenuti le reliquie delle due sante che furono però bruciate durante la Rivoluzione Francese. Oltre alla parte storica, Saintes-Maries-de-la-Mer offre spiagge, boutique e ristoranti con specialità della regione.

AIGUES MORTES, LA LAGUNA ROSA E LE SALINE   L’antica cittadina di Aigues mortes, meraviglioso borgo medievale ancora protetto completamente dalle mura,  è circondato da una laguna. Qui le “acque muoiono” come ci ricorda il nome della cittadina,  evaporano, e viene prodotto il sale. Peculiarità dell’area è il colore rosa dell’acqua, dovuto a miliardi di microscopiche alghe in sospensione, che producono carotene. Visiteremo una salina a bordo di un trenino, dove ci spiegheranno l’attività dell’estrazione del sale, immersi in un ambiente surreale, quasi fiabesco.

ARLES E IL PONTE DI VAN GOGH Arles è una città francese situata nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra. Il glorioso passato della città comincia ai tempi dei greci, diventando un importante emporio commerciale. In età romana diviene una delle città più importanti delle Gallie. In età costantiniana, fu una delle capitali dell’Impero, oltre ad uno dei centri religiosi con più rilievo. Nel 417 fu prescelta come residenza del vescovo primate, sorpassando Treviri e Lione. In epoca medievale fu capitale del regno di Arles, che dominava gran parte della Francia centro-orientale e sud-orientale e la Svizzera. Nel 1981 i suoi resti romani, insieme alla cattedrale romanica di Saint Trophime e ad altri edifici di diverse epoche, sono entrati a far parte del Patrimonio dell’Umanità e hanno donato alla città il titolo di città d’arte e storica.  Numerosi sono inoltre i letterati, musicisti e pittori che hanno trovato ispirazione da Arles, tra i quali Vincent Van Gogh. Uno di questi luoghi è il ponte di Langlois, dove Van Gogh ha realizzato vari disegni e tre dipinti. Il ponte attraversa un vecchio canale che si trova nella periferia di Arles e che collegava Arles con il paesino di Port-de-Bouc.

AVIGNONE città famosa per la “Cattività Avignonese”, il periodo in cui il papato si è trasferito ad Avignone iniziato con il papa Clemente V, è una città della Provenza ricca di storia che comincia già nel Paleolitico. Il suo nome risale al VI secolo a.C. circa, di cui esistono due significati: “città del vento violento” o “signore del fiume”. Il Palazzo dei Papi, che fu utilizzata come residenza papale, luogo di culto, fortezza e sede amministrativa, e il ponte Saint-Bénezet, uno dei simboli della città, sono parte dei Patrimoni mondiali dell’Umanità dell’UNESCO. La costruzione del ponte di Saint-Bénezet fu proposta da un pastore di nome Bénezet per ordine divino al re dell’epoca, che dopo un po’ decise di accettare se il pastore fosse riuscito a spostare un pesante masso. La costruzione fu completata nel 1185, ma fu modificato e ricostruito più volte. Tutt’ora, a causa di numerose inondazioni, si sono conservate solo quattro arcate e una cappella.

LES BAUX-DE-PROVENCE è un comune che si trova su uno sperone roccioso a sud di Avignone e a nord-est di Arles, classificato come uno dei Più bei paesi della Francia. Prende il suo nome dall’importante signoria feudale dei Les Baux, di cui divenne sede dal X secolo, che aveva il controllo di 79 tra villaggi e città vicine. La città, che fu per molto tempo un importante centro del protestantesimo, divenne protagonista di una rivolta contro lo Stato nel 1632. Poco dopo fu repressa dal cardinale Richelieu che ordinò la distruzione del castello e delle mura della città. Il borgo offre numerose viuzze lastricate su cui si affacciano abitazioni restaurate, risalenti al Rinascimento, oltre ai resti della cittadella.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Agenzia Diana Tours – Via Generale Ardoino, 159 – Diano Marina.

Telefono: 0183 404700  sito: www.dianatours.it  email: info@dianatours.it

 

SCARICA IL PROGRAMMA QUI!!!

2019-04-26T11:21:56+00:00